Storia di una lacrima

storiadiunalacrima

Storia di una lacrima

 Certe volte

ci vergogniamo davanti agli altri

se incontrollato

dal personaggio forte che cerchiamo di essere

affiora, nostro malgrado

un sentimento dettato dal cuore.

Fecondato dal seme di una visione

un dispiacere, una poesia,

o semplicemente di una canzone

dal ventre dei nostri occhi

comincia a formarsi un embrione di lacrima

che per istinto

senza pietà alcuna

cerchiamo subito di abortire.

Ma poi…  sopraffatti

dalla sua incontenibile voglia di vivere

partoriamo… nostro malgrado quella vita

che volevamo sopprimere… sul nascere.

Con la sua travagliata comparsa

Lei scuote tutto il nostro io

intorpidito

dal modo di vivere

così superficiale e frenetico

che inconsciamente abbiamo adottato

atrofizzando inesorabilmente

sfumature preziose

da noi quasi non più percepibili.

Con un salto, esce dalla culla delle palpebre

e scivolando, lungo colline di gote

inizia la sua corsa

sperando di arrivare a baciare le labbra

prima di finire uccisa…

dal crudele gesto… di una mano.

Vincenzo Aiello

Bagheria; 26/9/2004

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *