Rosso di sera

russurisiraita

Rosso di sera

Giorno che così ti vai spegnendo / in un cielo rappezzato di bambagia / rosso è il tuo viso mentre vai morendo / paonazzo per il bacio dato al sole. / Con i tuoi colori tu ci fai gioire / speranza tu ci dai per il nuovo giorno / che fosse bello il tempo a venire / e calma fosse l’onda del mare. / La palla di fuoco bacia già il monte / e la prima stella si accende gioiosa / il sole le sue mani nel mare intinge / infiammando il pescatore e la barchetta. / Anche il pipistrello ora e festante / nonostante che gli manchi la pupilla / ubriaco sembra mentre giocherella / con i moscerini a mosca cieca. / Della tua vita ci donasti le ore / senza guardare amici e ne nemici / spendetele per il bene ci dicesti / c’è chi ti diede ascolto e chi il sordo fece.

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *