Innocente

nuciantiita

Innocente

Ti ritrovasti li… / distante dall’amore di tua madre. / Madre senza cuore / che ti buttò nella spazzatura. / Madre disperata / che t’abbandonò davanti quel convento. / Madre di strada / che ti lasciò nella culla di quell’ospedale. / Altre braccia ti cullarono / per farti addormentare. / Altre mani ti accarezzarono i capelli. / Altre voci ti calmarono / quando accorato piangevi. / Altre labbra ti baciarono le guance. / E quanto lo desiderasti / l’odore di quel capezzolo / nessuno potrà più ridartelo. / I tuoi occhi come due stelle spente / aspettano la scintilla di una parola dolce / di una carezza, di un sorriso, di una moina / per potersi riaccendere di speranza / e ritornare a cantare / come fanno gli uccellini quando smette di piovere. / Rinchiuso in quelle mura gelide / sei li che aspetti me. / A me che non ti penso. / A me che ho altre guance d’accarezzare. / E non sento il tuo richiamo.

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *