Il sogno dell’Angelo

ilsognodell'angelo

Il sogno dell’Angelo(A  Maria Concetta e Michele nel giorno del loro matrimonio)

Fragile

Come un fiore reciso prematuramente

dalla pianta donatrice di linfa vitale.

Forte

Hai raggiunto i tuoi traguardi

senza risparmiarti d’alcun sacrificio.

Paziente

Hai aspettato l’amore…quello vero

schivando false utopie.

Un amore… che nell’arcobaleno dei suoi occhi

Ha il verde dei prati

sui quali passeggiare spensierati mano nella mano.

Ha il giallo del sole

fonte inesauribile d’energia.

Ha l’azzurro del mare

sul quale varare il vascello dell’amore

per intraprendere insieme il viaggio della vita.

Un Angelo biondo

Fiero… di ciò che lasciò sulla terra

ora assiste con occhi commossi.

Felice anche Lei…come noi…per Voi.

Vincenzo Aiello

 Bagheria; 9 Luglio 2005

 

Maria Concetta rimasta orfana di madre in giovane età, nonostante la grave perdita riesce a garantire le varie necessità che si presentano all’interno del focolare domestico.

Allo stesso tempo continua gli studi universitari, conseguendo la laurea in architettura con il massimo dei voti più la lode.

In data  9 Luglio 2005 convola a giuste nozze con Michele, coronando il sogno appartenuto sicuramente anche a mamma Rosetta.

Nel giorno del loro matrimonio dedico a Maria Concetta e Michele questi versi, augurando loro una vita serena.

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *