Filìnii di pinsera

pensieri

Filìnii di pinsera

Cu tia chi mi firrìi nni la menti

arrobbu ’u misteri ’o ragnu

e raccamu filìnii di pinsera

Ma viu ammagghiari sulu

tinti lapuna di antichi rigordi

chi vannu tampasiannu

menzi stuntaruti

Li spirugghiu c’’a spiranza

ca arrinescinu arreri a vulari avuti

a riciuppari canti di rusignoli

c’alletanu la menti

E aspittannu farfalli culurati

m’accuntentu di parpagghiuna affumati

chi m’arrialanu sulu

jurnati assammarati di malincunia

Vincenzo Aiello

Bagheria, 28 febbraio 2014

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *